Cosa sono i DNS e perché vale la pena cambiarli

Quando ci connettiamo alla rete, la nostra connessione fa attualmente un sacco di passaggi diversi per farci arrivare al risultato finale dell’autostrada digitale. Si parte per l’autenticazione, per il gateway, per poi inserirci con il nostro Domain Name System (DNS) ed ottenere così l’apertura finale alla rete tramite il provider di telefonia che abbiamo scelto.

Ma vediamo di concentrarci su un singolo fattore della nostra connessione, ovvero il DNS.

Domain Name System: cos’è e come funziona

Il Domain Name System, è una delle poche parti della nostra linea che possiamo liberamente modificare per ottenere alcuni vantaggi al livello Privacy e prestazioni.

Come mai? E’ arcinoto che molti servizi utilizzano parte della nostra connessione per raccogliere alcune nostre preferenze commerciali. Niente di grave, ma alla gran lunga da fastidio sapere che le multinazionali pubblicitarie hanno in mano alcune delle nostre informazioni personali. E’ inoltre risaputo che i DNS che vengono affidati automaticamente sono sempre molto intasati. E’ perciò una buona precauzione cambiare il proprio DNS con qualcuno gratuito, più veloce e che tratta (almeno in buona parte) i nostri dati con maggior riserbo.

Vi diremo i migliori DNS che potete scegliere oggi, ma per prima cosa dovete sapere come cambiarli. Niente di più facile attualmente, non sarà necessario nemmeno usare un programma apposito.

Dal menù start, cercate l’icona della vostra connessione. Cliccate con il tasto destro e scegliere “Apri centro connessioni di rete e condivisione”. Cliccate quindi su “Modifica impostazioni scheda” che si trova a sinistra. Sono disponibili tutte le schede di rete che avete in uso. Identificate quella che state usando e cliccateci con il tasto destro, passando quindi per “Proprietà”.

Scorrete in basso finché non vedete una sezione chiamata “Protocollo internet versione 4” e cliccate quindi su “Proprietà”.

Vedrete una scelta chiamata “Ottieni indirizzo server DNS automaticamente”. Passatela quindi a “Utilizza i seguenti indirizzi server DNS” ed inserite uno di questi numeri:

  • 1.1.1 : si tratta del servizio Cloudflare, introdotto l’anno scorso, molto efficiente e con la privacy in mente.
  • 8.8.8 – 8.8.4.4 : DNS di Google, popolarissimi per anni ed ancora parecchio usati, vengono inseriti di default in ogni cellulare munito di Android. Di certo più veloci e affidabili di quelli forniti normalmente.